de | en | fr | it
Logo TMR

Fauna

Soprattutto due specie di animali hanno fatto discutere molto di se negli ultimi tempi: il lupo e la lince. Tutti e due le specie fanno parte di un programma di reinsediamento della stessa in cattività.
Comunque il re delle alpi è ancora e rimane tutt’ora l’aquila. Con un po‘ di fortuna la si può vedere roteare sulle cime delle montagne.
Gli animali che si preoccupano maggiormente dell’aquila sono le marmotte, in quanto sono il piatto preferito di questo rapace. La marmotta è l’animale che più frequentemente si può incontrare durante il tour (soprattutto a Zermatt, nella Valle di Saas, ad Alagna e a Macugnaga).

In Vallese la selvaggina viene cacciata da centinaia di anni. Una volta la caccia era essenziale per il sostentamento della popolazione mentre oggi ricopre un ruolo secondario. Essa viene regolata tramite la legge per permettere alla selvaggina di riprodursi con un equilibrio controllato.
Un imponente abitante delle alpi è sicuramente lo stambecco. Anche il camoscio ed il carpiolo vivono nella regione. Questi artiodattili (mammiferi ungulati con dita in numero pari) sono molto timidi ed è difficile scorgerli nel loro ambiente naturale. Accanto agli animali selvatici sul percorso si possono vedere anche un’infinità di animali domestici, come ad esempio: il cavallo, il mulo, il bue ma anche le capre, i maiali, le pecore, le mucche e le galline.
Ma con questo l’escursionista non ha ancora visto tutto quello che c’è da vedere sulle alpi! Ad Esempio si possono vedere le pulci d’acqua dei ghiacciai che sguazzano nelle pozze d’acqua fra neve e ghiaccio; le cavallette ed i grilli che saltellano sui pascoli fioriti; le farfalle che svolazzano alla presenza del passante in una danza che sembra incontrollata oppure i numerosi uccelli che cinguettano fra gli alberi oppure ancora la corsa di uno scoiattolo che scappa fra i rami di un larice.
rolandtours

zermatt saas fee
grächen alagna
Gressoney